logo


Investimenti informatici nelle PMI: 10.000 € a fondo perduto

Annunciata ormai da tre anni, si attua in questi giorni una iniziativa del Ministero Sviluppo Economico che intende assegnare contributi a fondo perso per l’acquisizione di strumentazioni informatiche o di sevizi informatici da parte delle PMI dell’intero territorio nazionale.
Questa settimana infatti si sono resi disponibili 100 milioni di euro ed il Ministero in tempi molto stretti intende aprile lo “sportello” per la presentazione delle domande di contributo che prevedono un importo a fondo perso calcolato al 50% dei costi previsti (e poi sostenuti) sino ad un massimo di 10 mila euro per impresa. Sono contemplati tutti gli investimenti finalizzati a dotare la PMI di strumenti informatici o incrementare quelli già esistenti.

In particolare, in base alle anticipazioni disponibili:

  • Acquisto di hardware e di software
  • Consulenze informatiche
  • Infrastrutture per l’utilizzo di banda larga
  • Decoder e parabole per la con-nessione satellitare
  • Formazione del personale all’impiego di informatica avanzata

E’ necessario, anche se scontato, che gli investimenti ammessi a contributo debbano avere come finalità lo viluppo dell’efficienza aziendale, ma anche l’attivazione di servizi e-commerce, oppure la connettività a banda larga, l’impiego di tecnologia digitale, nonché forme di telelavoro.

L’assegnazione a sportello del contributo comporta l’opportunità di tempestività nell’inoltrare la domanda al momento dell’apertura del bando (segnalata come molto imminente) perché nell’intero territorio nazionale il volume di domande potrebbe esse-re imponente.
Statisticamente si prevede non vengano ammesse a contributo più di 15 mila domande.