CAD PDM e PLM

CAD PDM PLM

Gestione dei flussi operativi CAD, PDM e PLM

L’ufficio tecnico di un’azienda manifatturiera rappresenta il cuore pulsante dove ha inizio l’iter progettuale.

Diversamente da quanto spesso si crede, non occorre che un’azienda sia particolarmente strutturata per dotarsi di software all’avanguardia in quanto gli errori in produzione rappresentano un costante e potenzialmente oneroso pericolo.

Per scongiurare tale avvenimento, è di fondamentale importanza che tutto il flusso operativo (CAD-PDM-PLM) sia gestito in modo consono.

CAD

Il CAD rappresenta l’incipit del flusso progettuale. Esso consente di definire il progetto da sviluppare.

Non tutti i CAD sono uguali: la macro-differenza è rappresentata dalla possibilità di disegnare in 2D o in 3D.

CAD 2D
AutoCAD, dopo quasi 40 anni dalla sua creazione, è ancora oggi uno dei CAD più utilizzati al mondo.
Nel corso del tempo le sue peculiarità si sono evolute fino a divenire una soluzione completa e comprensiva di strumenti utili per rendere la progettazione ancora più rapida e precisa.

CAD 3D
Col passare degli anni sono aumentate anche le esigenze progettuali. La tecnologia ha fatto da sfondo ad un repentino percorso evolutivo di un mercato che ha richiesto prodotti sempre più sicuri e sofisticati. La richiesta di disegni sempre più precisi ha precorso l’avvento del 3D.

Autodesk Inventor è un 3D parametrico che, tra le tante funzionalità, permette di:

– Gestire sia parti che grandi assiemi

– Creare rendering

– Eseguire analisi FEA

– Progettare tubature complesse

– Generare telai

– Progettare basandosi su regole preimpostate

– Progettare layout

– Digital Prototyping

Le potenzialità del CAD 3D hanno migliorato l’efficienza degli uffici tecnici consentendo di sviluppare progetti sempre più precisi e di ridurre il numero dei prototipi fisici.

PDM

Il PDM, in un contesto di progettazione tridimensionale avviata, diviene uno strumento indispensabile per poter condividere le informazioni di progetto e soprattutto per razionalizzare i dati CAD.

Il PDM, infatti, consente di ottimizzare le seguenti gestioni:

– Archivio

– Codifica

– Revisioni

– Distinte

– Ordini di modifica

Grazie al PDM è possibile:

– definire uno standard di lavoro univoco per tutti gli Utenti;

– mantenere lo storico;

– tracciare facilmente tutti i documenti.

PLM


Il PLM, invece, si colloca come strumento di completamento per gestire l’intero flusso di lavoro e, pertanto, coinvolge tutti gli Utenti (anche non CAD) che si occupano della gestione della commessa. Il PLM coordina dunque i processi aziendali consentendo ai membri del team di pianificare le attività e mantenere il controllo sull’avanzamento dei lavori.

La nostra soluzione

Il nostro software, Documenta PLM, consente di gestire efficacemente i flussi di lavoro CAD e PDM/PLM, permettendo al contempo di scongiurare costosi errori di produzione e velocizzare i tempi di progettazione.

Documenta PLM ha, inoltre, funzionalità evolute che comprendono:

– Ricerca morfologica dei componenti

– Transmittal

– Gestione della modulistica

– Gestione delle distinte CAD (anche con varianti), di montaggio e distinte di Produzione

– Assegnazione della matricola

– Versione Web

Contattaci per ricevere maggiori informazioni o per richiedere una dimostrazione del software.

o invia una mail all’indirizzo alice.niccia@progettocad.it